Zaha Hadid

in News Design
1950 - 2016

 

“You can't teach architecture. You can only inspire people”

Si è spenta a soli 65 anni a Miami Zaha Hadid, un grande architetto urbanista e designer dei nostri tempi e di quelli a venire. Ma principalmente una donna che ha saputo superare sé stessa e spingersi oltre i confini dell' architettura tradizionale, l'unica a prendere il premio Pritzker nel 2004, il più prestigioso esistente in architettura, equivalente ad un premio Nobel. Soprannominata la regina delle curve, crea forme pure e disarticolate e decomposte, costituite da frammenti, volumi deformati, tagli, asimmetrie e un'assenza di canoni estetici tradizionali. Zaha Hadid è capofila e massima esponente della corrente decostruttivista, di un'architettura "senza geometria" quella euclidea, piani ed assi, con la mancanza di quelle strutture e particolari architettonici, che sono sempre stati la base del razionalismo architettonico. I metodi del decostruttivismo sono indirizzati a "decostruire" ciò che è costruito, e creano ambienti completamente diversi e futuristici. Hadid, liberando la geometria architettonica con la creazione di forme fluide altamente espressive da molteplici punti di prospettiva e con la geometria quindi frammentata che evoca il caos e il flusso della vita moderna, è diventata una pioniera del parametricismo e un'icona del neo-futurismo, con un personalità formidabile al di fuori del comune.

Tra  le sue innumerevoli creazioni nei vari settori ricordiamo le principali come il Museo MAXXI a Roma, Bridge Pavillon, Maggie's Centre, Contemporary Arts Center, London Aquatics Centre, Vilnius Guggenheim Hermitage Museum, National Olympic Stadium, Citylife in Milano.

Qatar 2022 World Cup Stadium                                                                              

    

 Changsha Meixihu International Culture and Art Center

       

Pavillion Pont Saragosse                                                                                                    

  

Guangzhou Opera House

 

Soho China Galaxy

Centre Culturel Heydar Aliyev

 Liquid Glacial Table

                                                                                           

The NOVA Shoes